• BLender non ha filiali, non ha centinaia di dipendenti e opera con costi generali molto bassi gestendo tutte le operazioni online => Un interesse più elevato per i prestatori.

BLender non ha filiali, non ha centinaia di dipendenti e opera con costi generali molto bassi gestendo tutte le operazioni online.
Il risultato di tutto questo? Un interesse più elevato per i prestatori.
Questo è il grande vantaggio del prestito tra privati realizzato attraverso le piattaforme che operano online.




Quando non è necessario avere numerosi uffici e filiali, o pagare centinaia di dipendenti si può disintermediare il sistema rendendo non più necessari alcuni operatori del sistema. Il contatto tra le parti diviene più personale e sempre più persone hanno capito che il tradizionale sistema è basato più sugli interessi personali dell’intermediario finanziario che su quello dei clienti.


Dovrò pagare le tasse sul reddito derivante dagli interessi ricevuti?
BLender agisce in conformità alle disposizioni delle autorità fiscali dei paesi in cui opera. In questo caso l’imposta sul reddito viene trattenuta alla fonte dall’Istituto di Pagamento che gestisce i conti di pagamento sulla piattaforma BLender, in base alle disposizioni di legge applicabili; vi consigliamo comunque di consultare un consulente fiscale di vostra fiducia per verificare la tassazione applicabile agli interessi che percepirete per effetto della erogazione dei finanziamenti ai richiedenti.

Anche una società può offrire prestiti attraverso la piattaforma BLender?
Si le società che sono interessate ad erogare finanziamenti si possono registrare e accedere al sito. Tuttavia banche e società che concedono prestiti come attività di tipo professionale (ad esempio come soggetti autorizzati ai sensi dell’articolo 106 del Testo Unico delle leggi Bancarie) non sono autorizzate ad operare tramite la piattaforma BLender.